Senza categoria

#DocuMovie

Premio Siti Reali, attiva la sezione “cinema, audiovisivo e patrimonio culturale” in memoria di Domenico NESPOLINO, la telecamera di Carditello

Mentre si svolgono le operazioni per l’assegnazione delle borse di studio e i riconoscimenti della IV edizione del Premio Siti Reali, progetto nato per sostenere giovani studenti del Sud Italia e assegnare premi a personalità e organizzazioni che si sono distinte a favore dello sviluppo di Napoli e del Mezzogiorno, il Direttivo dell’Associazione Onlus “Siti Reali” ha maturato lo scorso mese la decisione di attivare una sezione dedicata al tema e al rapporto tra “Cinema, Audiovisivo e Patrimonio Culturale”.

La disposizione è stata maturata dopo la cerimonia della scorsa edizione in cui sono stati premiati operatori pubblici e privati del settore (ArciMovie, Casa Surace, Centro Produzione Rai di Napoli, Luciano Stella), ma soprattutto dopo la tragica scomparsa del giovane attivista e operatore, Domenico NESPOLINO, impegnato da anni e fino a settembre scorso nella vicenda della Reggia di Carditello, documentandone le diverse fasi attraverso l’occhio della sua telecamera.

Attraverso il fondo di dotazione dell’Associazione, saranno assegnate due ulteriori borse di ricerca e documentazione, ciascuna del valore di € 500,00, a idee-progetto presentate da operatori del settore allo scopo di cogliere e narrare le trasformazioni nel tempo dei contesti territoriali del Sud Italia, a partire dai patrimoni culturali ivi presenti, attraverso attività cine-documentarie. Saranno favorite proposte dedicate al sistema dei siti borbonici e delle residenze reali del Sud Italia.

L’iniziativa nasce in collaborazione con la Film Commission – Regione Campania, d’intesa con la famiglia di Domenico NESPOLINO e l’Associazione Agenda 21 per Carditello e Regi Lagni.

Il bando di concorso sarà illustrato, alla presenza della famiglia NESPOLINO, sabato 7 ottobre 2017, alle ore 17:00 presso il Real Sito di Carditello, in occasione dell’evento “Cantieri Culturali Carditello”, iniziativa promossa dal Comune di San Tammaro, ospitata dalla Fondazione Real Sito di Carditello e realizzata con la direzione artistica di Gennaro Sarnataro nell’ambito della programmazione culturale della Regione Campania.